La chirurgia mininvasiva, laparoscopica o robotica, ricopre un ruolo rilevante in numerose procedure urologiche, ma il miglior impiego è nella chirurgia prostatica, renale e vescicale. Entrambi gli approcci danno garanzie legate alla mininvasività: minor sanguinamento, minor tasso di trasfusioni, riduzione della degenza, ritorno più precoce alle normali attività, riduzione della richiesta di farmaci e miglior cosmesi

Il Sistema Robotico Da Vinci® è costituito da tre componenti:

  • la console chirurgica
  • il carrello paziente
  • il carrello visione

La console chirurgica è il centro di controllo del sistema Da Vinci® Si.

E’ posizionata esternamente al campo sterile e permette al chirurgo di controllare l’ottica e gli strumenti attraverso due manipolatori e i pedali.

La pedaliera consente al chirurgo di prendere il controllo dei diversi bracci strumento o del braccio ottico ed attivare i diversi tipi di elettrificazione (monopolare o bipolare) a seconda dello strumento che si sta utilizzando.  Nel visore le punte degli strumenti si allineano con le mani del chirurgo e questo simula il naturale allineamento di occhi, mani e strumenti chirurgici che avviene normalmente nella chirurgia a cielo aperto, con il vantaggio che con questa procedura minimamente invasiva il dimensionamento in scala dei movimenti minimizza l’impatto del tremore fisiologico e dei movimenti involontari del chirurgo.

Il carrello paziente è il componente operativo del sistema Da Vinci®, la cui funzione principale è di sostenere i bracci degli strumenti e il braccio videocamera.

Il sistema Da Vinci® comprende un sistema video ad alta definizione (full HD) per una precisa visualizzazione del target anatomico

Gli strumenti EndoWrist®  hanno un diametro di 8 mm o 5 mm e una lunghezza di circa 55 cm. Sono dotati di un polso (Wrist) che gli permette una libertà di movimento su 7 assi e una rotazione di 360°.

La chirurgia robotica permette di poter eseguire qualunque intervento chirurgico, abitualmente effettuto a cielo aperto, col grande vantaggio della laparoscopia robot-assistita. E’ particolarmente efficace in interventi ricostruttivi o con importante impatto funzionale (prostatectomia radicale, resezione renale parziale, ed interventi ricostruttivi in generale)


CHIRURGIA ROBOTICA RENALE
Il robot Da Vinci permette di magnificare l’immagine intraopertaoria, migliorare i movimenti fini della mano del chirurgo eliminando il tremore intenzionale, il tutto con una visione tridimensionale come se il chirurgo fosse direttamente nell’addome del paziente. Nello specifico, in questi brevi spezzoni di video si apprezzano le caratteristiche sopra descritte, durante il temporaneo clampaggio dell’arteria renale con bulldog vs fettuccia, ed il successivo declampaggio con ripresa della normale circolazione sanguigna renale.

POSIZIONAMENTO BULLDOG

RIMOZIONE BULLDOG

CLAMPAGGIO CON FETTUCCIA

SLIDING SUTURE ROBOTICA

Breve esempio di come il robot Da Vinci semplifica le tradizionali manovre laparoscopiche di riparazione del letto di resezione del rene dopo l’asportazione di una neoplasia. In questo video si possono apprezzare le caratteristiche del robot per quanto concerne la precisione del movimento con l’eliminazione del tremore intenzionale.